sabato 7 marzo 2009

Attacchi di panico

Raacolgo la testimonianza di chi ha attraversato questa malattia e come in un diario la racconterà giorno per giorno, fino alla guarigione. Chiunque potrà raccontare la propria testimonianza, e lasciare commenti. Questo diario spero servirà a chi soffre di attacchi di panico a capire meglio e a trovare la srada per affrontarli e uscirne.

Prima di tutto: attacchi di panico, una malattia vera e propria? SI . E non vergognatevene, ma affrontatela e parlatene, chiedete aiuto....

Attacco di panico
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: Navigazione, cerca
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici – Leggi le avvertenze
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo e divulgativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli psicologici - Leggi le avvertenze

Un attacco di panico, o "Disturbi d'attacco di panico" (DAP), è un periodo di paura o disagio intensi, tipicamente con un inizio improvviso e solitamente della durata inferiore ai trenta minuti. I sintomi includono tremore, respirazione superficiale, sudore, nausea, vertigini, iperventilazione, parestesie (sensazione di formicolio), tachicardia, sensazione di soffocamento o asfissia. Il disturbo è significativamente diverso dagli altri tipi di disturbi di ansia, in quanto gli attacchi sono improvvisi, non sembrano provocati da alcunché e spesso sono debilitanti. Un episodio è spesso categorizzato come un circolo vizioso dove i sintomi mentali accrescono i sintomi fisici, e viceversa.

La maggior parte delle persone che hanno un attacco, poi ne hanno altri in seguito. Se una persona ha attacchi ripetuti, oppure sente una forte ansia riguardo la possibilità di avere un altro attacco, allora si dice che ha un disturbo di panico.

2 commenti:

  1. Per noi che soffriamo di attacchi di panico e ansia, io sono venuto a conoscenza di quest’evento gratuito, lo trovate su facebook qui.
    Dobbiamo cercare ovunque stimoli e consigli che ci aiutino a stare meglio e questa conferenza secondo me è una buona occasione. Almeno, io intendo sfruttarla e trarne il massimo!

    RispondiElimina
  2. CIAO CHIARA LEGGI I MIEI COMMENTI
    LI TROVI .. in facebook sono stefano pillai, sardo, 1985 old age .
    chiasso = 5468
    chiodo = 5182
    comignolo = con il manico
    bagno = pane
    scrigno = scrivania
    sogno = sono denominazione numerica 69 sono, suono, sino .
    ignoranza = in noi è ratia ( oppressi di volonta altrui, isolamento e castigo )
    mannaggia = imprecazione , che il male vada a te !
    male = UOMO

    la tua crisi di panico deve trovare una denominazione per capire come muoverti...ha due fasi, quando la subisci, la chiamo decanto, il male, il malvagio mediante altri, un de ja vou una preghiera rovesciata, un ritorno secondo...quando ti manca concentrazione, avverti epilessia e corrente intorno! CIAO!

    RispondiElimina